Flussi migratori

Con 70,8 milioni di persone in fuga nel mondo a fine 2018, i flussi migratori sono uno dei temi caldi della politica nazionale e internazionale. Migrare oggi significa attraversare confini, fisici o naturali, resi sempre più invalicabili da logiche securitarie e nazionalistiche.

Per l’Italia i flussi migratori sono ormai sinonimo di barconi, sbarchi e ong, di rotta mediterranea e di rotta balcanica. Queste le uniche alternative alle poche vie di ingresso legali: corridoi umanitari per le persone più vulnerabili e decreto flussi per i lavoratori, soprattutto agricoli. Vie che non tengono conto delle molteplici motivazioni che spingono a partire: guerre, persecuzioni, violazioni dei diritti umani, ma anche povertà, mancato accesso a servizi di base come sanità e istruzione e, non da ultimi, i cambiamenti climatici.

Coronavirus, venti cose belle: storie minime di solidarietà senza bandiera

Uomini e donne scappate dalla Siria o dai centri di detenzione libici cuciono mascherine, migranti consegnano la spesa ad anziani e disabili, Ong al lavoro: brevi racconti per riflettere

Rosita Rijtano

Rosita Rijtano Redattrice lavialibera

Mediterraneo, migranti costretti a tornare in Libia. Ong: "Respingimenti illegali"

Continua la tragedia dei migranti in mare. La situazione è aggravata dallo stop delle navi delle organizzazioni non governative dovuto alle misure anti-coronavirus

Rosita Rijtano

Rosita Rijtano Redattrice lavialibera

Calabria, migranti contro il coronavirus senza casa né acqua

Stare a casa e lavarsi spesso le mani è una direttiva che non tutti possono seguire. Non possono i migranti della Piana di Gioia Tauro, in Calabria, dove a difenderli restano solo le associazioni e un sindaco

Francesco Donnici

Francesco Donnici Corriere della Calabria

Unhcr: "5500 bambini non accompagnati profughi in Grecia, l'Europa li accolga"

Boris Cheshirkov, portavoce dell'alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati, è a Lesbo dove nelle scorse ore è morto un bimbo curdo-siriano: si trovava su una barca che si è capovolta nel tentativo di raggiungere l'isola

Rosita Rijtano

Rosita Rijtano Redattrice lavialibera

Dalla Siria a Torino, la storia di Khadija: "Mia sorella, rimasta ad Hama nella morsa del gelo"

È arrivata in Italia con l'ultimo corridoio umanitario, ma la sua famiglia vive nelle campagne di una città della Siria centrale che si trova a sud di Idlib, dove continua l'assedio del regime. Secondo l'Onu, un milione di persone è in fuga

Rosita Rijtano

Rosita Rijtano Redattrice lavialibera

Il giornalismo che serve
nel mondo che cambia

Servono parole nuove per esprimere pensieri diversi. Serve schierarsi con coraggio per difendere la libertà. Serve stimolare la partecipazione per provocare cambiamenti duraturi.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar