Mafie&Resistenze

Le mafie, organizzazioni criminali che condizionano la vita democratica di Paesi e comunità attraverso violenza e reti di relazioni, sono presenti in Italia da più di 150 anni. La loro storia è speculare a quella di chi vi si oppone a vario titolo: dai contadini dei Fasci siciliani, ai più recenti movimenti e associazioni antimafia, senza dimenticare il lavoro di singoli, donne e uomini delle istituzioni, giornalisti, politici, studiosi, sindacalisti, imprenditori che nel corso dei decenni hanno denunciato e contrastato il potere mafioso anche a costo della loro vita.

21 marzo 2020, Ciotti: "La solidarietà che proviamo adesso deve sopravvivere al virus"

La Giornata della memoria per le vittime di mafie quest'anno si celebra online. L'emergenza coronavirus impedisce di scendere in piazza, ma non di testimoniare coesione e solidarietà

Redazione <br> lavialibera

Redazione
lavialibera

21 marzo 2020, Mattarella: "Oggi è un giorno di speranza, batteremo le mafie"

Le istituzioni, i politici e le forze dell'ordine partecipano alla giornata ricordando le vittime innocenti, sebbene l'emergenza coronavirus abbia fatto cancellare le celebrazioni a Palermo e in altre città italiane

Redazione <br> lavialibera

Redazione
lavialibera

21 marzo 2020, Caselli: "Le vittime di mafia ci ricordano che lo Stato siamo noi"

Il 21 marzo 2020 ricorre la XXV Giornata della memoria in ricordo delle vittime di mafia. Quest'anno celebrata virtualmente, nella consapevolezza che la crisi coronavirus può inaugurare inedite possibilità per gli interessi criminali

Elena Ciccarello

Elena Ciccarello Direttrice responsabile lavialibera

Effetti indesiderati del Covid-19: sei opportunità per le mafie

Traffici, droga, usura, corruzione e altro ancora. La criminalità organizzata saprà sfruttare le occasioni che l'attuale crisi provoca perché la sua regola d'oro è chiara: il guadagno non si ferma di fronte al dolore

Anna Sergi

Anna Sergi Senior lecturer in Criminologia, University of Essex (Uk)

Acido e crisantemi per le due consigliere: "Dovete andarvene"

Già durante la campagna elettorale Bruna Colaneri ed Elena De Paolis, poi elette nel 2019, hanno ricevuto minacce anonime. "Pensavamo di essere state elette per migliorare la città, ma non dormiamo tranquille"

Giulia Migneco

Giulia Migneco Responsabile Ufficio stampa e comunicazione di Avviso Pubblico

Il giornalismo che serve
nel mondo che cambia

Servono parole nuove per esprimere pensieri diversi. Serve schierarsi con coraggio per difendere la libertà. Serve stimolare la partecipazione per provocare cambiamenti duraturi.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar