Mafie&Resistenze

(Gregory Smirnov - Unsplash)

Camorra e Covid. Una fonte rivela: "Gli usurai hanno già preso alcune attività a sud di Napoli"

Una testimonianza diretta sulle strategie dei clan per allargare nell'emergenza la loro rete di relazioni. Più che vittime, cercano alleati e prestanome

Redazione <br> lavialibera

Redazione
lavialibera

Il ristorante Corleone, a Parigi, dove espone i suoi dipinti la figlia di Totò Riina, il capo dei "Corleonesi" (Foto da Facebook)

Anche le mafie sono vulnerabili al coronavirus

Non solo vantaggi e margini di guadagno: la pandemia da Covid-19 mette in ginocchio tutti, organizzazioni criminali comprese. E offre opportunità per l'antimafia mai sperimentate prima

Luciano Brancaccio

Luciano BrancaccioProfessore di Sociologia politica Università Federico II di Napoli

Vittorio Mete

Vittorio MeteProfessore di Sociologia politica Università di Firenze

Un detenuto protesta sul tetto del carcere di San Vittore a Milano il 9 marzo scorso (© Claudio Furlan - LaPresse)

Covid e boss scarcerati, cosa è successo veramente

Il "Cura Italia" non dava chance ai detenuti al 41bis. Alcuni sono usciti per le gravi condizioni di salute, un caso per le mancanze dell'Amministrazione penitenziaria. La confusione sulla situazione delle carceri, le dimissioni del responsabile Dap …

Elena Ciccarello

Elena CiccarelloDirettrice responsabile lavialibera

Andrea Giambartolomei

Andrea GiambartolomeiRedattore lavialibera

Sulla destra in primo piano, il procuratore di Bari Giuseppe Volpe (Donato Fasano - Lapresse)

Il procuratore di Bari: "Senza controlli, soldi a imprese mafiose"

Giuseppe Volpe, che guida anche la Dda nel nord della Puglia, segnala i rischi di operazioni finanziarie opache: "Noi come procure di tutta la Puglia, del distretto barese e leccese, siamo già pronti per fare le verifiche"

Luca Carofiglio

Luca CarofiglioGiornalista freelance

"Qui non comandi tu", la minaccia al sindaco di Cellamare

"Qui non comandi tu", la minaccia al sindaco di Cellamare

Da pochi mesi alla guida del comune barese, Vurchio riceve un messaggio anonimo, il primo di una serie di intimidazioni all'amministrazione, come la bomba al nuovo campo da calcio

Giulia Migneco

Giulia MignecoResponsabile Ufficio stampa e comunicazione di Avviso Pubblico

Il giornalismo che serve
nel mondo che cambia

Servono parole nuove per esprimere pensieri diversi. Serve schierarsi con coraggio per difendere la libertà. Serve stimolare la partecipazione per provocare cambiamenti duraturi.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar