Luciano Brancaccio

Luciano Brancaccio

Professore di Sociologia politica Università Federico II di Napoli

Insegna Sociologia urbana e Reti sociali, politiche e comunicative presso il Dipartimento di Scienze sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II. I suoi principali interessi di ricerca riguardano il crimine organizzato, il clientelismo, le trasformazioni dei partiti politici, lo sviluppo locale nel Mezzogiorno.

Manifestazione contro la camorra a Ponticelli dopo gli attentati di fine maggio. Credits: Ansa

Bombe a Ponticelli: storia di un'infinita faida di camorra

Nella periferia est di Napoli si è intensificato il conflitto tra famiglie criminali per gestire il traffico di droga. Nel mirino degli attentati il clan De Martino (in origine parte del gruppo De Micco) che controlla il rione Fiat

Luciano Brancaccio

Luciano BrancaccioProfessore di Sociologia politica Università Federico II di Napoli

Il ristorante Corleone, a Parigi, dove espone i suoi dipinti la figlia di Totò Riina, il capo dei "Corleonesi" (Foto da Facebook)

Anche le mafie sono vulnerabili al coronavirus

Non solo vantaggi e margini di guadagno: la pandemia da Covid-19 mette in ginocchio tutti, organizzazioni criminali comprese. E offre opportunità per l'antimafia mai sperimentate prima

Luciano Brancaccio

Luciano BrancaccioProfessore di Sociologia politica Università Federico II di Napoli

Vittorio Mete

Vittorio MeteProfessore di Sociologia politica Università di Firenze

Per conoscere il futuro
non aspettare le stelle

Abbonati per un anno a lavialibera, avrai 6 numeri della rivista e l'accesso a tutti i contenuti del sito web. Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage. Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar