Gioco d'azzardo

Il gioco d’azzardo è una moneta a due facce, proprio come quelle usate per la più basilare delle scommesse con cui si mette alla prova la fortuna: testa o croce. Da un lato, la dimensione umana, la dipendenza, la ludopatia. Una spirale precipitosa in cui si incastra la vita del giocatore d’azzardo patologico e della sua famiglia, fatta di irresistibili compulsioni, bugie, debiti, usura. Dall’altro lato, la duplice dimensione economica, il vizio legale che arricchisce lo stato e il business illegale che ingrassa le mafie. L’ambivalenza del gioco d’azzardo ne rivela anche tutta la complessità. Difficile tenere insieme, infatti, le esigenze della salute con quelle finanziarie. I giochi d’azzardo autorizzati, gli unici legali in Italia, garantiscono alle casse dello Stato entrate importanti, a cui è difficile rinunciare. La regolamentazione, però, non protegge dal rischio che il giocatore occasionale si trasformi in un ludopatico, con tutto il costo sociale che ne consegue. E poi ci sono le mafie, che consentono ciò che lo Stato proibisce, lucrando a piene mani su questa forma di ricerca di emozioni attraverso la buona sorte.

 (Keenan Constance - Unsplash)

Gioco d'azzardo, il vizio che arricchisce lo Stato

Nel gioco d'azzardo si punta del denaro per avere una vincita. L'abilità conto poco o niente, la fortuna è più importante. Per lo Stato è diventato una fonte di denaro enorme, ma provoca anche problemi, sia nella salute dei giocatori, sia per gli …

Giulia Migneco

Giulia MignecoResponsabile Ufficio stampa e comunicazione di Avviso Pubblico

Il sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli, ha segnalato ai carabinieri strane manovre sul progetto di una sala slot (foto ufficio stampa Comune di Modena)

Modena blocca la sala slot del boss e il sindaco denuncia l'affare

Le norme del Comune emiliano vogliono limitare l'azzardo patologico. Per superarli il presunto mafioso Grande Sarcone cercava agganci nella politica, ma Gian Carlo Muzzarelli ha segnalato le manovre ai carabinieri

Avviso Pubblico

Avviso PubblicoEnti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie

Foto di Djedj su Pixabay

Azzardo: in Piemonte c'è chi contesta la buona legge anti-ludopatia

La giunta ha presentato una relazione che evidenzia gli effetti benefici delle regole volute nel 2016, ma la Lega vuole limitare il distanziometro che serve a tenere le slot lontane dai luoghi sensibili

Avviso Pubblico

Avviso PubblicoEnti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie

Slot machine di un casinò di Las Vegas (Foto Benoit Dare - Unsplash)

Lo Stato dipende dall'azzardo e ora bisogna cambiare

La pandemia e le chiusure imposte al gioco fisico hanno fatto crollare il gettito erariale garantito dall'azzardo. Questo è il momento di riformare il settore partendo da una seria analisi costi/benefici e considerando dipendenze e interessi mafiosi

Avviso Pubblico

Avviso PubblicoEnti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie

Marco Venanzi nel suo bar a Tor Bella Monaca

Tor Bella Monaca, il bar senza slot che fa comunità

Nel secondo municipio più popolato della Capitale, dove la disoccupazione è alle stelle e migliaia di persone sono a rischio dipendenza da gioco d'azzardo, Marco Venanzi ha fatto una scelta differente

Giacomo Capriotti

Giacomo CapriottiGiornalista

Per conoscere il futuro
non aspettare le stelle

Abbonati per un anno a lavialibera, avrai 6 numeri della rivista e l'accesso a tutti i contenuti del sito web. Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage. Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar