Commissione parlamentare antimafia

La Commissione parlamentare antimafia, istituita nel 1962 (ma riunita per la prima volta nel 1963 dopo la strage di Ciaculli, a Palermo), è la più importante istituzione politica antimafia. Composta da venticinque senatori e venticinque deputati, nominati in proporzione dei componenti dei gruppi parlamentari, è dotata di poteri d’inchiesta analoghi a quelli dell’autorità giudiziaria. La sua sede è a Palazzo San Macuto, nel centro di Roma.

Tra i suoi compiti, rinnovati ad ogni legislatura, ci sono la proposta di norme antimafia e la valutazione di quelle esistenti.

(Marek Studzinski - Unsplash)

Antimafia, al via il comitato sull'emergenza Covid: focus su aziende e società

Studierà le infiltrazioni nelle aziende e il tentativo di ottenere gli aiuti statali, ma anche il welfare criminale e le buone pratiche messe in atto dalla società civile nelle aree più fragili del Paese. Attenzione anche sulle liste delle prossime …

Redazione <br> lavialibera

Redazione
lavialibera

La mia fiducia nelle istituzioni sfidata da due sentenze

La mia fiducia nelle istituzioni sfidata da due sentenze

La Cassazione su "Mafia Capitale" e la Consulta sui permessi premio ai boss mettono in allarme. C'è una ciclica difficoltà a riconoscere la mafia: è già successo in Sicilia e in Lombardia, adesso anche a Roma

Rosy Bindi

Rosy BindiEx ministra della Salute, presidente Commissione antimafia nella XVII legislatura

Articolo solo per abbonati

Per conoscere il futuro
non aspettare le stelle

Abbonati per un anno a lavialibera, avrai 6 numeri della rivista e l'accesso a tutti i contenuti del sito web. Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage. Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar