CapoMondi

Una bambina salta la corda fatta di filo spinato, murales dell'artista Cakes Stencil su un muro in Palestina (Foto Jakob Rubner - Unsplash)

In Palestina il Covid accende un faro sui suicidi

Ai soliti coprifuoco e posti di blocco si aggiunge lockdown che aumenta il disagio psicologico. Crescono le telefonate a ong come Sawa che cercano di soccorrere chi vuole suicidarsi, ma resta un forte stigma sociale

Daniela Sala

Daniela Salagiornalista freelance

Il bancone di KeBuono, la pasticceria ottenuta in un bene confiscato alla criminalità a Fier, in Albania

Da club del crimine a pasticceria sociale. L'Albania scopre il riutilizzo dei beni confiscati

A Fier nel 2018 è nato KeBuono, laboratorio e bar ottenuti in quello che era un night. Donne e giovani frequentano corsi per imparare a produrre dolci e poi trovare lavoro, mentre i bambini del quartiere seguono attività ricreative

Giulia Baruzzo

Giulia BaruzzoReferente settore internazionale di Libera – area europea

Il monumento per i diritti dei migranti installato di fronte all'ambasciata statunitense a Città del Messico

In Centroamerica non si fermano i massacri dei migranti: "Non smetteremo di denunciare"

Iduvina Hernandez, attivista guatemalteca per i diritti umani, ha fondato l'ong Seguridad en Democracia (SeDem) ed è da anni minacciata per il suo impegno per la giustizia a favore dei migranti, contro le uccisioni e la chiusura delle frontiere

Giulia Poscetti

Giulia PoscettiReferente del settore internazionale di Libera - area America Latina

A destra, col gilet azzurro dell'Unhcr, Alessandra Morelli

Nel Niger segnato da traffici e violenze "bisogna cercare soluzioni fuori dagli schemi"

Alessandra Morelli, responsabile dell'Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr) nello Stato africano, ha ideato il "meccanismo per il transito di emergenza" per i migranti in viaggio e di ritorno dalla Libia

Monica Usai

Monica UsaiReferente del settore internazionale di Libera - area africana

La causa sulla pizzeria "Falcone e Borsellino" può svegliare la Germania

La causa sulla pizzeria "Falcone e Borsellino" può svegliare la Germania

La sentenza del Tribunale di Francoforte avrebbe potuto lanciare un messaggio innovativo a cittadini e autorità. Le inchieste hanno dimostrato quanto sia radicata la mafia nella Repubblica federale tedesca

Giulia Baruzzo

Giulia BaruzzoReferente settore internazionale di Libera – area europea

Sandro Mattioli

Sandro MattioliGiornalista

Per conoscere il futuro
non aspettare le stelle

Abbonati per un anno a lavialibera, avrai 6 numeri della rivista e l'accesso a tutti i contenuti del sito web. Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage. Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar