Nicola Ciuffreda. Crediti: Vivi.libera
Nicola Ciuffreda. Crediti: Vivi.libera

Foggia anni Novanta, Ciuffreda e gli altri delitti irrisolti

31 anni fa moriva l'imprenditore edile Nicola Ciuffreda. Come lui, Giovanni Panunzio, Francesco Marcone e Matteo Di Candia, uccisi dalla Società foggiana negli anni Novanta, tra omertà e silenzi che ancora oggi si respirano in città

Natalie Sclippa

Natalie SclippaRedattrice lavialibera

14 settembre 2021

Il 14 settembre è una data particolare per Foggia: in questo giorno di 31 anni fa, è stato ucciso Nicola Ciuffreda, imprenditore edile. Otto colpi di pistola lo hanno raggiunto mentre si trovava in uno dei suoi cantieri, non lasciandogli scampo. La sua storia si intreccia con quelle di altre tre persone: Giovanni PanunzioFrancesco MarconeMatteo Di Candia, altrettante vittime innocenti di mafia, uccise negli anni Novanta nel capoluogo di provincia pugliese. A tenere viva la loro memoria e a raccontare uno spaccato delle vicende cittadine che ne hanno accompagnato la morte sono oggi i familiari. Parlare con loro ha permesso di ricostruire alcuni fatti e decifrare il clima che si respirava in città. 

Per conoscere il futuro
non aspettare le stelle

Abbonati per un anno a lavialibera, avrai 6 numeri della rivista e l'accesso a tutti i contenuti del sito web. Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage. Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar