Lavialibera va a scuola, una rivista a sostegno della didattica

Lavialibera è tra le riviste che possono essere acquistate dalle scuole a titolo (quasi) gratuito, grazie ad un contributo dell'editoria che copre il 90% del costo di abbonamento. Per richiederlo, però, c'è tempo solo fino al 10 marzo. Ecco come fare

Redazione <br> lavialibera

Redazione
lavialibera

1 marzo 2021

Riviste in classe, il contributo all’editoria che aiuta i docenti

Riviste in classe per educare alla lettura critica e all’informazione. Con questo obiettivo, del 2020, il Governo italiano ha stanziato 20 milioni di euro mettendoli a disposizioni delle scuole di ogni ordine e grado (sia statali che paritarie) per l’acquisto di:

  • Uno o più abbonamenti a periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale (qui i dettagli);

  • Uno o più abbonamenti a periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale, da utilizzare nell’ambito di programmi per la promozione della lettura critica e l’educazione ai contenuti informativi, nelle scuole secondarie di secondo grado (qui i dettagli).

Il contributo che ciascuna scuola può richiedere copre il 90% del costo totale dell’abbonamento.

Come partecipare all’iniziativa

Per partecipare all’iniziativa, gli istituti scolastici hanno tempo fino al 10 marzo, ultimo giorno utile per presentare il modulo di rendicontazione e la richiesta di accesso ai contributi. La procedura è completamente digitalizzata e deve essere svolta sul sito del SIDI – Sistema Informativo Dell’Istruzione, una volta sottoscritto l’abbonamento scelto.

Ai fini del completamento dell’operazione è sufficiente:

  • Accedere con le proprie credenziali a SIDI

  • Cliccare su gestione finanziario contabile

  • Cliccare su Monitoraggio e rendicontazione e selezionare il profilo

  • Cliccare sulla voce Contributo Editoria presente nel menu di sinistra

Lavialibera a scuola

Se sei un docente, il contributo messo a punto dal Governo può rappresentare un’ottima occasione per avere a disposizione un nuovo ed efficace strumento didattico da condividere con i ragazzi. Già molti insegnanti, utilizzando la Carta del Docente, hanno avuto modo di sperimentare gli approfondimenti de lavialibera, non solo come fonte di aggiornamento per loro ma anche come spunto di riflessione da utilizzare in classe. Ogni numero de lavialibera, infatti, offre un’ampia scelta di dossier, approfondimenti e interviste dedicati ai temi delle mafie, dell’ecologia, dei diritti e molto altro. Ora, con il buono riviste, è ancora più semplice portare questi contenuti in aula.

Sottoscrivi l’abbonamento


 

Per conoscere il futuro
non aspettare le stelle

Abbonati per un anno a lavialibera, avrai 6 numeri della rivista e l'accesso a tutti i contenuti del sito web. Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage. Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar