L'ex alto commissario Onu dei diritti umani, Mary Robinson
L'ex alto commissario Onu dei diritti umani, Mary Robinson

L'ex presidente dell'Irlanda: "Il femminismo salverà il pianeta"

Mary Robinson, prima presidente donna dell'Irlanda ed ex Alta commissaria dell'Onu per i diritti umani, si dedica giorno e notte ai risvolti sociali del cambiamento climatico sulle popolazioni più deboli del mondo

Francesca Dalrì

Francesca DalrìRedattrice lavialibera

10 settembre 2020

Capelli rossi, orecchini in perla e giacca. Non c’è una foto in cui Mary Robinson, prima presidente donna dell’Irlanda fino al 1997 e Alta commissaria delle Nazioni unite per i diritti umani fino al 2002, non sia ritratta così. Quando la incontriamo per discutere di giustizia climatica e del suo ultimo libro Climate justice. Manifesto per un futuro sostenibile, ci tiene però a sottolineare che ora è "una fan della slow fashion. Mi sono sempre piaciute le giacche, ma non avendo cambiato taglia ho deciso di rispolverare quelle accumulate negli anni e riutilizzarle". Da qualche anno ha smesso di comprare vestiti nuovi e mangiare carne. Ora si dedica giorno e notte ai risvolti sociali del cambiamento climatico sulle popolazioni più deboli e marginali del pianeta.

Il giornalismo che serve
nel mondo che cambia

Servono parole nuove per esprimere pensieri diversi. Serve schierarsi con coraggio per difendere la libertà. Serve stimolare la partecipazione per provocare cambiamenti duraturi.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar