Ambiente, dove nessuno vive isolato

Se uno si prende la febbre in Cina, o in Germania, o da chissà quale parte del mondo, a migliaia di chilometri di distanza, poi succede che ci troviamo chiusi nelle nostre case peggio che in un film di zombie. Ecco un altro insegnamento della pandemia

Carlo Lucarelli

Carlo LucarelliScrittore, sceneggiatore e conduttore televisivo

10 settembre 2020

Se c’è una cosa che dovrebbe averci insegnato il fatto che se uno si prende la febbre in Cina, o in Germania, o da chissà quale parte del mondo, a migliaia di chilometri di distanza, poi succede che ci troviamo chiusi nelle nostre case peggio che in un film di zombie da una pandemia che fa correre le ambulanze per le strade, è proprio che facciamo parte di un ambiente, dove nessuno vive isolato.

Per conoscere il futuro
non aspettare le stelle

Abbonati per un anno a lavialibera, avrai 6 numeri della rivista e l'accesso a tutti i contenuti del sito web. Fatti, numeri, storie, inchieste, opinioni, reportage. Capire il presente e interpretare il mondo che verrà.

La newsletter de lavialibera

Ogni sabato la raccolta degli articoli della settimana, per non perdere neanche una notizia. 

Ogni prima domenica del mese un approfondimento speciale, per saperne di più e stupire gli amici al bar